La colonia Sommersa

La colonia sommersa - Kat Falls

La colonia sommersa è un racconto ambientato in un futuro post-apocalittico dove il mondo è per la maggior parte ricoperto d'acqua. Per ovviare al problema del sovraffollamento sono state create delle colonie nelle profondità marine. Poco apprezzate dalla gente di sopra: i "Superni", che non vedono di buon occhio i coloni, chiamati la Stirpe Oscura, con la convinzione che vivere in fondo agli oceani, gli sconquassi il cervello. 
Mentre al contrario i coloni sono sani come pesci, nel senso stretto della parola, hanno un sistema immunitario decisamente più sviluppato ed alcuni di loro hanno qualità speciali: chiamate Doni Oscuri, che tengono ben nascoste per il timore di finire sotto ai ferri come cavie da laboratorio. 
Anche Ty ha un dono Oscuro: può comunicare con i cetacei, permettendoli di capire quando vi è un pericolo nei dintorni. A parte questo Ty è un ragazzo come tanti, curioso e testardo. Ty farà di tutto per aiutare Gemma, la "Superna" alla ricerca di suo fratello Richard; anche accompagnarla nelle zone recluse ai minorenni, ritrovandosi faccia a faccia con Fantasma, il bandito che sta facendo dilagare la paura nella colonia sommersa, scoprendo la sua vera identità.
Un racconto carino, ma che non è riuscito a catturarmi completamente.

Non vi è la divisione tra il bene e il male, anzi, l'autrice ha voluto raccontare la storia dei "cattivi" in modo tale che si avesse pietà di loro, malgrado avessero fatto delle cose orribili.
Una storia di razzismo a modo suo, che insegna che l'amicizia tra persone di "mondi" diversi è possibile e che la libertà è l'unica cosa che conta.